Tipologia di pelle: sai riconoscere la tua?

marzo 22, 2018

La pelle è l'organo più esteso del corpo umano, ci protegge dagli agenti esterni facendo da barriera, spesso però ce la si prende con lei perché fa i capricci, sopratutto sul viso. La pelle ha necessità a sua volta di protezione e questo avviene tramite il sebo. Quasi mai però questa azione avviene nel modo ideale e quindi possono sorgere problemi (e si hanno così tipologie differenti di pelle) a seconda del quantitativo di sebo proprio, se ce n'è troppo o troppo poco, se solo in alcune aree dà problemi o su tutto il viso. A seconda di ciò la cute può essere grassa, secca, mista, normale (io in più tratterò della pelle sensibile, matura e asfittica). Riconoscere la propria tipologia di pelle è propedeutico al suo trattamento e alla sua cura più ideale.
Va detto fin da subito che la tipologia di pelle non è sempre compartimentale, ci sono varie sfumature insomma!
Per capire che tipo di pelle avete dovete fare un semplice test: struccare e detergere il viso e risciacquare via per bene ogni residuo di prodotto, dopodiché non applicare null'altro e attendere almeno un 15 minuti prima di procedere con l'esame visivo in cui andrete per prima cosa a scrutare attentamente la vostra pelle, poi potrete provare appoggiando una velina sul viso e tamponare un po' con i polpastrelli, a seconda della presenza o meno e in che zone di sebo in eccesso, questo verrà rivelato dalla velina.

PELLE SECCA
Una pelle secca è una pelle con uno strato minimo di sebo, risulta quindi più esposta agli agenti esterni. Si riconosce dal fatto che ha zone "rugose", aride, è squamosa e dare prurito o la sensazione che "tiri". Gli agenti atmosferici la fanno arrossare molto facilmente. Difficilmente si vedono i pori.
La pelle secca può essere alipidica, che letteralmente vuol dire che ha uno scarso strato di sebo, oppure può essere una pelle semplicemente disidratata.
Anzitutto, se la pelle presenta zone squamate o con pellicine rialzate è buona norma effettuare un'esfoliazione leggera, potete tranquillamente farlo in casa con zucchero, un po' di miele e olio o una konjac sponge. Altro passaggio importante è effettuare una buona maschera nutriente e idratante, anche in questo caso come ingredienti che si trovano in casa trovate banane, yogurt, miele, avocado, olio di oliva. Come ultimo passaggio scegliete una buona crema adatta alle pelli secche che idrati in profondità, sia emolliente e al tempo stesso filmogena contro gli agenti esterni. Utilizzate detergenti delicati ed evitate come la peste prodotti che al loro interno contengono oli minerali, nonostante possano dare l'idea di lasciare la pelle morbida e idratata, in realtà rimangono in superficie e di fatto la vostra pelle continuerà ad essere secca e disidratata sotto lo strato dell'epidermide!

PELLE GRASSA
La pelle grassa è tale perché produce un quantitativo di sebo superiore al necessario. La pelle risulta così oleosa, lucida, soggetta a brufoli e punti neri, con pori dilatati e un colorito spento.
In questo caso è molto importante capire il perché di questo problema, molte volte l'eccesso di sebo è dato dal fatto che si tende ad utilizzare prodotti comedogeni o eccessivamente sgrassanti, la pelle quindi di rimando, per proteggersi da questo aumenta la produzione di sebo.
Come prima cosa dunque, è necessario eliminare dalla propria routine tutti quei prodotti aggressivi che tendono a seccare ed "asciugare" il viso dal sebo. Contrariamente a quello che spesso si pensa, la pelle grassa è sensibile, va nutrita e idratata, coccolata.
Preferite idratanti in gel, più leggeri rispetto alle creme, utilizzate sieri seboregolatori e detergenti specifici non aggressivi. Se vi truccate poi, un occhio particolare va anche al fondotinta, evitate quelli più pesanti e prediligete quelli in polvere o se non riuscite a rinunciare al liquido assicuratevi che sia a base acquosa e non oleosa. E ovviamente tutti prodotti non comedogeni. Ricordatevi sempre, sempre, sempre, di struccarvi. Questa è una regola che vale per tutti, ma sopratutto per voi. Utilizzate maschere viso specifiche per pelli grasse o se volete farvele da voi utilizzate le argille, vanno a regolarizzare il quantitativo di sebo, ma ricordatevi di non farle mai seccare sul viso! L'argilla verde è quella più utilizzata, ma anche la rossa è ottima ed è più delicata della verde.

PELLE MISTA
Credo sia la tipologia di pelle più comune. Si riconosce dal fatto che ha la zona T (fronte, naso, mento) che presenta una produzione di sebo superiore alla norma, quinti tendente a lucidarsi e soggetta a brufoli e punti neri, e la zona delle guance che può essere normale o secca.
In buona sostanza la pelle mista è un mix di pelle grassa e secca e per questo il modo migliore per trattarla sarebbe quello di utilizzare prodotti mirati che vanno ad agire a zone. Quindi sì a prodotti idratanti e un po' più ricchi sulle guance e dove la pelle è più secca, meglio evitare quelli troppo corposi e aggressivi nella zona T. In commercio esistono prodotti riequilibranti studiati proprio per le pelli miste che purificano senza aggredire la pelle. La scelta della crema viso deve essere fatta con accortezza, anche in questo caso esistono in commercio prdotti specifici riequilibranti. Volendo potete utilizzare una normale crema idratante senza troppe pretese ma giocare sui sieri, e quindi uno per pelli grasse normalizzante da applicare sulla zona T e uno per il resto di viso e collo idratante, magari anche oleoso se la secchezza è piuttosto marcata.

PELLE NORMALE
Se pensi di avere una pelle normale, ti prego, fammelo sapere! Sappi che sei raro tanto quanto un unicorno, quindi se ci sei batti un colpo. Ti voglio conoscere, davvero!
Chi ha la pelle normale (maledetti) ha il film idrolipidico della pelle perfettamente bilanciato, non ha particolari problemi di pori dilatati, punti neri, brufoli, pelle squamosa. Al tatto la pelle risulta morbida e liscia, ben colorita e senza imperfezioni.
L'assenza di problemi però non esime il proprietario (maledetto) dal curarla, non necessita di prodotti particolari, ma non vanno comunque saltati i passaggi di struccaggio, detersione e idratazione. Già che avete questa fortuna, abbiate l'accortezza di prendervene cura per rispetto di chi invece è più sfortunato!!

PELLE MATURA
La pelle matura è ovviamente quella che con l'avanzare dell'età tende a diventare. Perde tono, elasticità, le rughe di espressione si fanno più marcate e restano solcate sul viso, compaiono altre rughe, macchie scure e perde luminosità. Si tratta di una pelle che va trattata con grande attenzione, ma sopratutto grande delicatezza. In commercio esistono miriadi di prodotti anti-age. Va detersa con detergenti appositi molto delicati, sì all'esfoliazione ma anche in questo caso attenzione a che non sia troppo aggressiva. La pelle in questo stadio necessità di idratazione, ma sopratutto di nutrizione che deve penetrare fino in profondità, ideale sarebbe utilizzare sieri anti-age a base oleosa super ricchi e nutrienti e creme rimpolpanti e tonificanti. Ottime le maschere con vitamina C, schiarisce le macchie e illumina la pelle, da fare non più di due volte a settimana. Un buon prodotto a base di acido ialuronico (meglio se con tre pesi molecolari, in modo che penetri fino in profondità) è un'ottima scelta, da applicare dopo il siero oleoso ma prima della crema. Inoltre è preferibile evitare prodotti contenenti alcool, che toglie acqua alla pelle.

PELLE SENSIBILE
Facilmente soggetta alle irritazioni, si presenta molto spesso arrossata, la si sente tirare, al tatto è ruvida. Può essere associata anche alle altre tipologie suddette, quindi se viene scontato pensare che una pelle secca sia anche sensibile, va ricordato che lo può essere tranquillamente anche una pelle mista! La pelle sensibile va protetta con grande attenzione dagli agenti atmosferici. Vanno preferiti prodotti nutrienti, specie in caso di freddo e vento, e protezioni solari alte in estate. Ingredienti ottimi per maschere fai da te, in questo caso solo il miele, lo yogurt, la banana. Maschere non aggressive e nutrienti possono essere fatte tranquillamente anche tutti i giorni.

PELLE ASFITTICA
Un po' come quella sensibile, non rientra nella canonica classificazione del tipo di pelle (normale, secca, grassa, mista). La pelle asfittica è una pelle che non respira sostanzialmente, si presenta spenta e opaca, con un colorito grigiastro o giallognolo e pori dilatati, in particolar modo su fronte, zigomi, guance e naso. Di per sé è una pelle che a primo impatto può sembrare secca, e in effetti in superficie lo è, ma in profondità è seborroica, ha quindi le caratteristiche di una pelle grassa. Per questo è molto importante trovare un buon prodotto idratante che non vada ad appesantire troppo in profondità, causando comedoni e microcisti. Una pelle asfittica non è amica di prodotti con petrolati e siliconi, è necessario trattarla con prodotti naturali con buon inci. La pelle asfittica richiede un'attenta detersione mattina e sera, va esfoliata delicatamente con regolarità (con una konjac o anche con il clarisonic, in questo caso mi regolerei sull'utilizzo circa un giorno sì e uno no, per non stressare troppo il viso). Dopo la detersione sarà normale sentire la pelle "tirare" leggermente, questo è dovuto proprio alla secchezza superficiale. Proprio per questa caratteristica la pelle va idratata, quindi prediligete creme idratanti ma leggere, ricordate che non dovete appesantirla! Quindi sì a sieri acquosi e idratanti in gel se la secchezza non è troppo marcata, altrimenti creme poco grasse e oleose. La sera, dopo la detersione, consiglio di prediligere prodotti riequilibranti e al contempo idratanti, per andare a trattare correttamente anche il sebo in eccesso in profondità. Vi anticipo subito, che se vi ritrovate in questa tipologia di pelle, è molto difficile da trattare, a meno che non siate fortunati, spesso ci vanno diversi tentativi prima di trovare i prodotti più adatti.

Vi ricordo che la pelle è soggetta a sbalzi di temperature, cambi stagionali, ormoni, alimentazione, livello di assunzione dei liquidi, quindi vi consiglio di non fermarvi al primo sguardo e capire quanto e come cambia con tutti questi agenti così da individuare il tipo di pelle che più si avvicina.
E ora, che tipo di pelle ho io? Mista asfittica, il meglio del meglio insomma! Evviva! Festeggiamenti vari! E invece no.

E voi? Che tipo di pelle avete? Riuscite a trattarla nel modo più indicato e se sì, come? Condividete un po' la vostra esperienza, potrebbe essere utile per gli altri che leggono!
Ciao!
S.

13 commenti:

  1. Io definisco la mia pelle normale tendente al secco d'inverno e tendente al misto d'estate. Il fatto è che d'inverno non mi diventa arida da morire, ma si accentua un po' la secchezza in alcune zone, e d'estate non mi diventa oleosa da friggere, ma la zona t diventa un po' più oleosa, ma mi si lucida magari a fine giornata e non in modo particolarmente brutto esteticamente.
    Effettivamente ci sono tante sfumature!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho sempre definita moderatamente mista tendente al normale, perché come te non così secca nè così tanto oleosa da rientrare proprio nella mista. Poi da un paio di anni a questa parte (sgrunt), mi si è modificata moltissimo e ora rientro felicissimamente anche nella categoria delle pelli asfittiche e se prima riuscivo a cavarmela con un prodotto per pelli normali, adesso trovare qualcosa che effettivamente piaccia alla mia pelle sul lungo periodo è difficile...

      Elimina
  2. Io ho una pelle grassa in superficie ma disidratata in profondità, una specie di pelle asfittica ma al contrario! Ho sempre avuto difficoltà a trovare creme per il viso ma finalmente ho capito che devo privilegiare texture leggere ma super idratanti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine si conferma il mio pensiero iniziale, nonostante ci siano diverse caratteristiche di pelle in cui possiamo più o meno rientrare, alla fine ognuno è differente dagli altri e si creano una moltitudine di sfumature! :)

      Elimina
  3. Io definirei la mia normale con zone miste tipo la fronte e il naso. In inverno tendo a "coccolarla" un po' di più con maschere, idratanti, struccaggio delicato. In estate mi basta anche solo un gel detergente e il gioco è fatto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Io in estate invece devo coccolarla tanto quanto in inverno perché con il sole e vento tende a seccarsi più che in inverno con il freddo, figurati! :)

      Elimina
  4. La mia è una pelle sensibile tendenzialmente secca. In questo periodo, poi, col vento ed il freddo...lasciamo perdere. E' un problema continuo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è una pelle che necessita di un'occhio di riguardo se sensibile!

      Elimina
  5. Ciao, nuova iscritta! Bel post! Io ho la pelle del viso tendenzialmente secca, soprattutto durante l'inverno. Solitamente uso creme molto nutrienti, anche se in estate non le sopporto quindi in quel caso preferisco usare solo sieri e prodotti gel... :)
    Passa a trovarmi se ti va!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie mille per l'iscrizione inanzitutto, passerò molto volentieri! In estate utilizzare creme molto ricche è pressoché impossibile! A me sembra che mi si stia sciogliendo il viso! :)

      Elimina
  6. Si infatti diventano insopportabili! Grazie per essere passata da me! :)

    RispondiElimina
  7. Ciao cara, davvero un bellissimo post super preciso ed esauriente!
    Per quanto riguarda la mia pelle, la ritengo un mix mista/grassa con zone asfittiche sulle guance. Ci combatto da una vita e fin'ora, purtroppo, l'unica cosa che riesce a tenermi a bada i brufoli maledetti è la pillola, che prendo su consiglio medico. Mi ha aiutata tantissimo anche imparare ad idratare la pelle invece che seccarla, infatti ora prediligo gli oli detergenti anche per lo strucco serale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio! Ho cercato di farlo il più possibile completo per quello che so sperando possa essere utile a chi ha qualche dubbio sul tipo di pelle che si ritrova! :) Con la pillola io ho risolto molto, in particolar modo riguardo ai punti neri, quando l'assumevo non me ne veniva uno! Gli oli detergenti sono ottimi per la pelle, grassa o secca che sia, idratano e puliscono senza aggredire minimamente!

      Elimina

Lapino bio. Powered by Blogger.